Direttissima al Gottardo Non si passa sotto ma sopra

Oggi 11 settembre 2015 dai due portali della Galleria di base del San Gottardo a Erstfeld e Bodio sono partiti i partecipanti della Direttissima al Gottardo. Con il motto “non si passa sotto ma sopra” mountainbiker e alpinisti seguono, il più precisamente possibile, il tracciato della Galleria di base del San Gottardo sul terreno. Dopo 10 ore partendo da nord, rispettivamente 13 ore da sud, gli sportivi si sono incontrati tutti a Sedrun per la festa finale.

Alle 04.00 del mattino di venerdì al portale sud della Galleria di base del San Gottardo sono partiti i mountainbiker Lukas Stöckli e Lukas Buchli per la Direttissima al Gottardo. Dopo circa 3 ore e 2'000 m di dislivello sono arrivati all’alpe Predelp. Nel loro bagaglio trasportavano una pietra di granito del Ticino, la quale è passata, al posto del comune testimone, agli sportivi che continuano la Direttissima. La tappa di montagna, lunga 19 km, alla quale partecipa anche il Presidente del Consiglio d’Amministrazione di AlpTransit San Gottardo SA, Werner Marti, segue i sentieri del passo Nalps raggiungendo Lai da Nalps. Qui il granito ticinese verrà consegnato nelle mani dei mountainbiker René Wildhaber e Mathias Alig per la terza e ultima tappa che porterà a Sedrun. Su un percorso particolarmente impegnativo di 13,5 km i mountainbiker arriveranno in meno di un’ora, verso le ore 17.00 circa, a destinazione.

Lo stesso giorno, ma questa volta alle 07.00 del mattino, sono partiti i mountainbiker dal portale nord della Galleria di base del San Gottardo a Erstfeld. I fratelli uraniani Linda e Reto Indergand hanno potuto giocare in casa lungo i 17 km sul Hinter Etzliboden. Assieme ai loro colleghi Mathias Flückiger e René Zimmermann hanno raggiunto dopo circa 2 ore il traguardo della prima tappa, dove hanno consegnato agli alpinisti una pietra di granito, questa volta proveniente dal Canton Uri. Sotto la guida dello scalatore Dani Arnold, rinomato e conosciuto a livello internazionale, il gruppo, composto anche da Andreas Meyer, CEO FFS e Toni Eder, Vice-Direttore dell’Ufficio federale dei trasporti, si è avviato in direzione di Sedrun. Dopo circa 8 ore di camminata, su un terreno in parte impervio, seguendo il tracciato della galleria, raggiungeranno a destinazione verso le ore 17.00.

Alla festa finale prevista a Sedrun non partecipano solo gli sportivi della Direttissima bensì anche i partecipanti del trekking di due giorni. Andreas Meyer, Toni Eder e Werner Marti uniranno simbolicamente in un’opera d’arte le pietre provenienti dal Canton Uri e Ticino. La scultura, la quale è stata ideata da un’artista grigionese, è il simbolo del nuovo ed efficiente collegamento nord-sud attraverso la Galleria di base del San Gottardo.

I partecipanti della Direttissima e del trekking porteranno dei vivi ricordi a casa. Quando a fine 2016 transiteranno a grande velocità nella Galleria di base del San Gottardo ricorderanno sicuramente le emozioni vissute in questa giornata sopra il massiccio del Gottardo.

 

Per ulteriori informazioni:

Gottardo 2016
Servizio stampa

Zentralstrasse 5
CH-6003 Luzern 
Tel. +41 79 700 80 70

media@gottardo2016.ch
www.gottardo2016.ch